MUSEO DEI PARACADUTISTI ITALIANI SALA NR. 3

Image
Scuole di CASTEL BENITO, TARQUINIA, VITERBO - Operazioni nel 1941
Nel 1938, per volere del Maresciallo dell’Aria Italo BALBO, Governatore della Libia, nasce presso l’aeroporto di CASTEL BENITO, nelle vicinanze di Tripoli, la prima Scuola di Paracadutismo Militare alle dipendenze della Regia Aeronautica. Al comando della Scuola viene designato il Ten.Col. del Genio Goffredo TONINI M.O.V.M. mentre la guida tecnica per l’addestramento alla nuova specialità viene affidata al Cap.Pil.Par. Prospero FRERI. Effettuato un reclutamento straordinario di Ascari Libici, posto alle dipendenze di istruttori italiani, si giunge alla formazione del 1° Battaglione Paracadutisti Libici “Fanti dell’Aria” ed in seguito del Battaglione Paracadutisti Nazionali per la Libia.
Nel 1939 nasce la Regia Scuola  di Paracadutismo di TARQUINIA alle dipendenze della Regia Aeronautica, il Regio Esercito dettava la dottrina per l’addestramento aviolancistico e tattico. Il primo comandante, il Col.Pil.AA Giuseppe BAUDOIN de Gillette, esperto paracadutista dette un notevole impulso alla nuova specialità e presso il Centro Studi ed Esperienze fu ideato e messo a punto un nuovo tipo di paracadute, specifico per i lanci di massa, l’ I.F.41 S.P. (Imbracatura Fanteria 1941 Scuola Paracadutismo) ed anche un particolare paracadute, costruito interamente di CARTA e SPAGO, il modello REGOLI, dal suo inventore, per lanci di carichi leggeri fino ad un massimo di 60 kg.
Presso il Campo Scuola di Tarquinia furono addestrati militari di tutte le Armi per le Divisioni FOLGORE e NEMBO, Carabinieri, Avieri, Marinai e Arditi.
Nel luglio del 1941 il I° Btg Carabinieri Par., inviato in Libia per il precipitare degli avvenimenti bellici, fra il dicembre 1941 e gennaio 1942 combatte, fino al  totale annientamento, in Cirenaica , lungo la Via Balbia ad Eluet el Asel.
Nel 1943 prende vita la Regia Scuola Paracadutisti di VITERBO che fornirà parte del personale alla Divisione NEMBO ed alla costituenda CICLONE oltre a reparti complementari per le altre armi. Nel giugno dello stesso anno saranno portati a termine anche due Corsi pre paracadutisti per la G.I.L.
Il primo lancio operativo effettuato dai paracadutisti italiani avviene il 30 aprile 1941 nei cieli della Grecia, sull’isola di CEFALONIA, da parte della 5^ Cp del II° Btg al comando del Magg. Par. Mario Zanninovich che successivamente, tramite sbarchi, occupa anche le isole di ZANTE e di ITACA.
Image
Via di Gello, 138
56123 Pisa PI

+39 335 1887186
museocapar@cepara.esercito.difesa.it

mar-sab 09:30-12:30 / 14:00-17:00
Centro Studi di Storia del Paracadutismo Militare Italiano
Image
anpdi